Novità Trustpilot: verifica d’identità per il rilascio di recensioni più credibili

Novità Trustpilot: verifica d’identità per il rilascio di recensioni più credibili

Negli ultimi anni, e soprattutto negli ultimi due, si è riscontrata una notevole accelerazione della digital transformation, con un aumento enorme soprattutto delle transazioni online e, di conseguenza, anche delle informazioni che gli utenti cercano riguardo l’affidabilità dei vari prodotti e servizi.

Per un’azienda che desidera entrare in contatto con nuovi consumatori, fidelizzare i clienti attuali e creare relazioni che durano nel tempo, una solida reputazione del brand è fondamentale. Ne abbiamo parlato anche nell’articolo brand, reputazione e purpose: tre facce della stessa medaglia.

Uno studio di Truspilot, piattaforma leader che si occupa di recensioni online di aziende a livello mondiale, sancisce che:

  • Un impressionante 90% degli acquirenti online ha deciso di non comprare da un’azienda a causa della sua cattiva reputazione.
  • La reputazione online è il primo modo per conquistare la fiducia dei clienti. Oltre il 93% ha dichiarato di leggere le recensioni prima di acquistare online da un’azienda sconosciuta.
  • Quasi il 62% degli acquirenti online effettua una ricerca se si trova di fronte ad un’azienda sconosciuta e ben pochi di essi procedono con l’acquisto se leggono recensioni negative nella prima pagina dei risultati di ricerca.
  • Quasi il 48% degli acquirenti online ha consigliato ad altri un determinato brand sulla base della presa di posizione dell’azienda riguardo a questioni sociali.
  • Quasi l’83% degli appartenenti alla Generazione Z, vale a dire la generazione emergente di giovani consumatori, ha dichiarato che consiglierebbe ad altri di smettere di fare acquisti da un brand con una cattiva reputazione.

“Crediamo che chiunque voglia raccontare la propria esperienza debba avere la possibilità di farlo. La Consumer Verification rappresenta, quindi, un ulteriore passo per dimostrare la genuinità dei nostri recensori e, al contempo, garantire ai nostri utenti una piattaforma aperta sempre più trasparente. Per noi è essenziale che ogni utente che legge una recensione si senta sicuro del fatto che il feedback proviene da una persona reale. Ed anche le aziende trarranno vantaggio da questa nuova feature, in quanto anche loro potranno avere riprova dell’identità di chi scrive e agire in base alle preziose informazioni che le recensioni offrono loro.”

La stessa Trustpilot oggi ha messo in campo un’arma per garantire maggiore sicurezza ai consumatori nel corso delle proprie ricerche: la Consumer Verification, ossia la verifica di identità.

In pratica la nuova funzionalità garantisce che a scrivere le recensioni sono persone reali in quanto il recensore ha la possibilità di provare la sua identità utilizzando un documento di identità e una foto fatta con un selfie.

Per verificare la propria identità, basterà caricare una propria fotografia e un documento quale patente di guida, permesso di soggiorno, carta d’identità o passaporto.

Di fianco al proprio nome apparirà un badge verde con un segno di spunta bianco al suo interno che significherà che il recensore è verificato.

Dal momento che il 90% degli acquirenti online è disposto le aziende non possono più permettersi di ignorare la gestione della reputazione.
I brand odierni devono impegnarsi attivamente per costruire e mantenere la fiducia, se desiderano attirare nuovi clienti, nutrire le relazioni con i clienti attuali e spingerli a fare acquisti.

E tu? Sai come ottenere recensioni positive per la tua azienda?

No? Allora scrivici 👇


    Parlaci del tuo progetto