Rebrand Arcadia – Caso studio

Rebrand Arcadia – Caso studio

Attraverso una buona comunicazione, enti, aziende e persone hanno la possibilità di trasmettere all’esterno, quindi ad altri enti, altre aziende e altre persone, le proprie caratteristiche distintive, i propri valori, la propria personalità, la mission.

In epoca post-web la comunicazione è basata sullo scambio continuo, ed è un atto di cooperazione tra chi comunica e chi ascolta, per cui il tempo dei brand che comunicavano e dei clienti che ascoltavano e recepivano senza avere possibilità di replica e, soprattutto, senza avere la possibilità di essere protagonisti è terminato da un pezzo.

L’interazione tra brand e cliente sarà sempre più immersiva ed è bene che tutti ne prendiamo atto e cambiamo approccio.

Noi lo abbiamo fatto in questi ultimi mesi, e anche per questo abbiamo sentito la necessità di riposizionare il nostro brand, partendo da un restyling della nostra immagine aziendale.

Il nostro approccio è orientato alla co-progettazione. Il cliente non è soltanto un committente passivo, ma partecipa attivamente ai processi e alla stesura del progetto creativo e di quello strategico.

L’obiettivo è valorizzare le esperienze professionali e relazionali di tutti, e farle diventare forza comune.

Concept
La comunicazione visiva è entrata nelle dinamiche di informazione, influenza le scelte che facciamo e ci fa cambiare opinione.  Le immagini formano idee, le sviluppano o le modificano, bypassando il nostro senso critico.

Progettare un visual non è soltanto inventare delle immagini ma è anche stabilire strategie e canali di diffusione di un’idea. Due aspetti che vanno programmati insieme attraverso la convergenza di diverse competenze.

Gli artefatti visivi sono di chi li fruisce, in un certo senso un brand diventa cultura pop, entra e si insedia, attraverso colori, immagini e caratteri, nell’immaginario di tutti e diventa riconoscibile. Ovviamente ci sono norme progettuali e regole semantiche di buona leggibilità che sono alla base delle conoscenze del progettista, i fruitori non necessariamente – giudicando un visual – sono a conoscenza dei limiti che il designer ha riscontrato nel creare quell’artefatto. Possono però avere un’opinione in merito, che è determinata dalla sensazione che la stessa composizione trasmette loro.

Il nostro obiettivo è quello di raccontare attraverso un unico e sintetico segno la quotidianità della cooperazione. I processi non sono sempre lineari, lo è però la nostra mission, ovvero condividere idee per raggiungere un unico obiettivo. La proposta grafica nasce dal concetto di unione come forza, fondamentale per raggiungere un obiettivo comune. La forza di un flusso che, da persona a persona, nell’ambito di un team di lavoro, si delinea e trova equilibrio.

La realtà di Arcadia è un insieme di diverse competenze che quotidianamente, attraverso il confronto e la collaborazione, alimentano e trasformano in modo dinamico l’idea che noi abbiamo di identità, ogni giorno Arcadia si rigenera e si arricchisce di nuovi punti di vista ed esperienze.

La nuova immagine di Arcadia non ha, quindi, soltanto caratteristiche estetiche – ma proprio come la sua squadra – è invece solida ma flessibile, organizzata ma creativa, tenace ma ragionevole, diplomatica, sfacciata ma soprattutto collaborativa.

L’insieme di competenze di Arcadia lavora per rappresentare e dare un volto alle aziende, agli enti, alle realtà e alle idee.

Identità alle idee.


    Parlaci del tuo progetto