Lo scenario geopolitico ante Covid-19

Quando il Covid-19 ha bussato alle nostre porte, si erano concluse da meno di un mese le elezioni Regionali in Emilia Romagna e
in Calabria.

L’Opa che Salvini lanciava sul Paese era fallita e il leader leghista cercava fiato per riprendere in fretta la sua corsa, sentendo avvicinarsi di gran lena, al traguardo della leadership del centrodestra, la sorella d’Italia Meloni.

Con i 5 stelle freschi orfani di Di Maio in sconvolgente liquefazione, nel centrosinistra il Pd riprendeva un minimo di ossigeno e tornava a batter polso dopo l’abbandono di Renzi e il pericolo scampato.
Frattanto, la fase due dell’ex Premier toscano era bell’e incominciata con una fitta sassaiola di distinguo che, giorno dopo giorno, si levava dalle sue fila all’indirizzo di “Giuseppi” Conte.

Nel bel mezzo di questo bailamme arriva, senza preavviso, l’emergenza nazionale. Si spengono le luci, si fermano i rumori.

La paura conquista ogni attenzione e svuota, all’improvviso, ogni platea, lasciando sul palco, inaspettatamente fattosi buio, protagonisti diventati repentinamente comparse a raccogliere, impreparati, silenzio per farne silenzio.

Come sarà la prima campagna elettorale post Coronavirus?

Leggi l’instant paper di Domenico Giordano e Angelo Montella

Ebook campagna elettorale post covid

Compila il modulo per ricevere gratis l'instant paper via email

Facendo clic su “INVIAMI IL LINK” confermi di aver letto e accettato la nostra privacy policy

Come sarà la prima campagna elettorale post Coronavirus ultima modifica: 2020-05-04T10:30:17+02:00 da Arcadia