La fruizione di un sito Internet – e più in generale quella del web – è notevolmente cambiata a partire dalla differenziazione di dispositivi dotati di accesso alla rete.
Smartphone e tablet si sono affiancati prepotentemente ai PC, in qualità di strumenti di navigazione e lo hanno superato nell’ottobre dello scorso anno.

Internet Usage Worldwide

Di più, il fatto di poter avere sempre a portata di mano questi dispositivi, date le loro dimensioni ridotte, ha fatto sì che questi si sostituissero alla fruizione desktop dei contenuti web anche nei casi in cui non si è in mobilità, ma comodamente connessi al wi-fi della propria rete domestica.

Infine, lo sviluppo delle tecnologie in ambito della telefonia mobile – che offrono servizi di connessioni a velocità sempre maggiori – ha cambiato di fatto le nostre abitudini, il modo stesso con cui interagiamo con la rete nella quotidianità. Il risultato è un mondo in cui si è sempre connessi, ovunque ci si trovi, nelle pause di lavoro come nelle attese in stazione e in tutti gli altri luoghi o situazioni possibili.

La realizzazione di siti web si è dovuta adeguare, di conseguenza, a queste nuove forme di fruizione dei contenuti, e la realizzazione di site responsive rappresenta la risposta dei web designer a queste esigenze.

L’esigenza di un sito responsive

Un web designer che stia lavorando alla progettazione di un sito web ha piena coscienza che questo, una volta messo online, sarà disponibile per l’utilizzo dai più diversi dispositivi dotati di accesso ad Internet.

Di qui l’esigenza di sviluppare un sito responsive, ossia un sito internet capace di riconoscere il dispositivo per mezzo del quale viene consultato, e in base a questo cambiare la sua struttura e la disposizione degli elementi di cui il sito stesso si compone.

Le ragioni di un sito responsive

La struttura che governa l’impaginazione di un sito web è il layout, che è come un vestito che il sito Internet ha la possibilità di indossare a seconda dell’occasione cui è invitato a rispondere.
Un sito responsive ha a disposizione diversi layout, che il sito sceglie di volta in volta, consentendogli di spostare, trasformare, nascondere o svelare i contenuti, in modo da garantire la visualizzazione ottimale di tutti gli elementi.

A ben vedere, tutto ciò è in funzione delle dimensioni fisiche che caratterizzano i diversi dispositivi in gioco. È naturale, infatti, che progettando una versione di un sito per il desktop, il web designer disponga gli elementi che lo compongono allineandoli orizzontalmente, per ottemperare alle dimensioni caratteristiche di un monitor desktop (maggiori, appunto, sul lato orizzontale).
Su uno smartphone accade esattamente il contrario: difatti, la fruizione dei contenuti è caratterizzata dal tipico gesto di scroll, che si fa per l’intera altezza dello schermo, che ha nella dimensione verticale la sua massima lunghezza. Per uno smartphone, allora, un sito responsive disporrà i suoi elementi sulla verticalità.

Avere un sito responsive è quindi fondamentale: se questi due esempi rappresentano solo due casi ben distinti e definibili, l’offerta del mercato di dispositivi dotati di accesso Internet è così ampia (smartphone, notebook, netbook, componibili, phablet e via dicendo) da rendere evidente come un design responsive per un sito sia una qualità di cui è impossibile prescindere.

Ne va della stessa fruibilità del sito, che per gli smartphone – che rappresentano il maggiore strumento di accesso alla rete per gli italiani, come vedremo tra poco – risulta addirittura compromessa quando per la pagina web sito non fosse disponibile un layout ad hoc per il dispositivo.

Un esempio di una situazione che è capitata a tutti: accediamo ad una pagina web da desktop e ogni elemento è ben visibile; raggiungiamo la stessa pagina da mobile e – non essendo questa dotata di design responsivo – viene visualizzata la stessa pagina desktop, con la differenza che ora questa è costretta nelle diverse dimensioni dello schermo dello smartphone, e con il risultato di dover continuamente ingrandire le varie parti del sito, spostandoci all’interno di questo una porzione alla volta, nel tentativo di riuscire a vedere ciò che ci interessa.

Ma è davvero così importante la fruizione da mobile?

Sì. Se prendiamo il recente studio di Audiweb (azienda che si occupa dell’audience sul web) ci accorgiamo di quanto l’accesso alla rete da parte degli italiani sia effettuato quasi esclusivamente via mobile.
Circa il 90% degli italiani di età compresa tra gli 11 e i 74 anni è in possesso di un device con possibilità di accesso ad Internet.
Il tempo che gli italiani trascorrono su internet è di 58 ore e 17 minuti nel mese, e circa 2 ore e mezza a persona nel giorno medio.

Il tempo complessivo trascorso online dai nostri connazionali è aumentato del 31% rispetto allo scorso anno, mentre quello di fruizione internet dal mobile segna addirittura un +42%. E per finire, una statistica su tutte, che spazza via ogni dubbio: l’80% del tempo totale dedicato alla navigazione è stato generato dai device mobili.

Foto: netdna.webdesignerdepot.com

 

L’importanza di realizzare un sito responsive ultima modifica: 2017-11-14T16:00:00+00:00 da Giancarlo Ferrucci
The following two tabs change content below.
Giancarlo Ferrucci

Giancarlo Ferrucci

Digital Strategist
È responsabile per il design e le performance dei progetti web dell'agenzia e consulente di Web Marketing, SEO, SEM, eMail Marketing, Web Analytics. Ha il compito di monitorare le performance dei siti e studiare le strategie web migliori per raggiungere gli obiettivi prefissati. Legge libri di web marketing, romanzi storici e thriller. Appassionato di fotografia rurale e agricoltura, quando ha un’ora libera si dedica alla cura del vigneto, all'orto di famiglia e a uscite in bici con reflex al seguito.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento!


Sei interessato ai nostri servizi? Scrivici!